Buongiorno cari lettori, eccomi qui oggi a parlarvi di una nuova uscita “L’equilibrio del Tutto” di Phedre Banshee

“Mi chiamo Nìgariel Gardell, sono stato uno scienziato, un soldato, un amico, un traditore, uno sciocco. Aggiungerei anche pazzo, ma quello lo sono tutt’ora. Ho amato, con tutte le mie forze, ma raramente l’amore è sufficiente. Ho visto il meglio e il peggio di ogni Razza dell’Ombra, ho visto le favole prendere vita, ho ingannato il tempo per assistere ad avvenimenti che giudicavo impossibili, e ora voglio raccontarveli.”

Dopo un’ibernazione di quasi cento anni, Nìgariel si risveglia in un mondo profondamente cambiato, dove gli Umani hanno perso il predominio e i Maghi, gli Elfi e i Nani possono finalmente vivere alla luce del sole. La Guerra dell’Ombra contro gli alieni Korg è alle porte e Nìgariel per sopravvivere dovrà trovare il suo posto e scendere a compromessi con i suoi lati più oscuri, che prenderanno sempre più di spazio.

“Affinché possiate capire, bisogna partire dal principio. Tutto è iniziato con una morte. Se vi hanno detto che la morte non è un inizio, credetemi, vi hanno mentito.”

Pagine: 503

Acquistalo qui

Voto: 4

Non mi lascio mai scoraggiare da una lettura, qualsiasi genere sia, cerco sempre di dare un’opportunità, inizialmente ero scettica su “L’equilibrio del tutto” ma solo perché vedevo questo intreccio fantascientifico- fantasy molto difficile da realizzare.

Devo ammettere che dopo la lettura del volume mi sono dovuta ricredere e anche molto. Nigariel è il nostro protagonista, lui si risveglia dopo anni in ibernazione, il motivo della sua scelta la scopriremo via via lo scorrimento delle pagine.

Il mondo però non è più come lo ricordava e dovrà cercare di sopravvivere a una realtà che non gli appartiene. Per fortuna accanto a lui abbiamo una protagonista davvero cazzutissima di nome Dehrit. Lei ha dei poteri che spaventano ma non lui, questo briciolo di romance anche all’interno mi è piaciuto un sacco.

La storia scorre a tratti un po’ lenta, per via di tutte le necessarie spiegazioni del caso, ma non annoia. C’è questo da dire, un punto molto a favore del libro che non stanca ma tiene alta l’attenzione del lettore, pronto a immergersi in qualsiasi momento nella storia.

Tornando per un attimo all’intreccio iniziale che mi preoccupava un po’, ammetto che sono rimasta davvero sbalordita e non sono riuscita a capacitarmi di come fosse riuscita a intrecciare due generi parallelamente opposti così bene.

E’ il primo volume di una saga, quindi alla fine di tutto abbiamo molte più domande che risposte, ma niente di irreparabile, spero di leggere presto il seguito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...