Buon pomeriggio cari lettori! Eccoci oggi a parlare di “Il destino è un male minore” di Emme Graneris edito Bookabook.

Enea, nel buio della sua stanza, disegna e rivive i propri ricordi: era poco più che una bambina quando al Quartiere aveva conosciuto Neon, motociclista omosessuale che amava la velocità e le gare clandestine. Sono passati anni, una vita, ma niente di quei momenti è andato perduto. Simona lavora in un bar, i sogni li ha lasciati nella casa da cui è fuggita, ma saranno loro a tornare a cercarla dopo l’incontro con il Nero e Rio. Lattina vive alla discarica insieme allo Zingaro e Kodai, un transessuale di cui il giovane Lattina si è innamorato: farebbe di tutto per vederlo felice, persino prendere parte a un’improvvisata rapina. A unire le vite ai margini della società dei personaggi, una desolata ambientazione comune ai tre racconti.

Pagine: 223

Editore: Bookabook

Acquistalo qui

Voto: 5/5

Vorrei trovare le parole per definire questo libro, sono settimane che ormai è nella libreria, finito e al sicuro ma ancora non sono riuscita a dare un senso a tutte quelle emozioni provate leggendolo.

Tre racconti, tre storie, ma sono solo queste? No, sono anche la realtà mai raccontata. Quella sporca che nessuno vuole vedere, che tira dritto e non vuole farsi coinvolgere.

Tra tutte le storie, quella di Enea mi è rimasta attaccata addosso, forse perché è stata la prima, quella che ti entra velocemente in testa e nel cuore e difficilmente te ne liberi. Quell’assaggio dello stile che poi ti droga completamente durante le restanti pagine.

La penna di Emme non è convenzionale, è molto diretta, ferisce e allo stesso tempo sembra voler essere delicata, delicata ma nei confronti dei protagonisti che di durezza nella loro vita ne hanno anche troppa.

Enea, Simona e Lattina vi aspettano per far sentire le loro voci, raccontare le loro storie.

Per chi ama i racconti, le storie al limite della realtà. “Il destino è un male minore”, come dice il titolo tutto ciò che può accadere sarà minore rispetto a quello che stai vivendo ora e che stai riuscendo ad affrontare senza cadere.

E’ questo un po’ il messaggio che ho letto tra le righe, spero di non sbagliarmi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...