Buongiorno cari lettori, eccomi qui oggi a parlarvi di “La A maiuscola” di Andrea Rizzi.

Nel primo giorno di primavera del 2012, Bernie Berlton va ad acquistare un cellulare nuovo. Non sa che, ad attenderlo al centro commerciale, c’è l’inizio della sua nuova vita. Un’esistenza fatta d’amore vero e perfezione, in ogni sua declinazione. Un’esistenza così impeccabile da far venire voglia di scappare via per sempre. Introduzione di Andrea Santonastaso.

Pagine: 689

Acquistalo qui

Voto: 3/5

Quando comicità, surrealismo e musica cercano di coesistere in un unico romanzo è necessario avere le idee chiare e ancor di più un editor dietro che vada a limare e sistemare ogni piccola cosa. Il libro di Andrea non è neanche male, ma manca di editing, di limature e alcune parti secondo me andavano o tolte per garantire al lettore una maggiore scorrevolezza o almeno sistemate.

Lo stile è molto particolare, l’introdurre canzoni a colonna non è del tutto un’idea sbagliata, ma l’impaginazione mi ha lasciato un po’ amareggiata.

La storia di per sé prometteva davvero molto bene, trascurando la scorrevolezza, vista anche la mole di pagine pressoché inesistente, se rivisto può diventare davvero una buona proposta.

Andrea è di certo un avido lettore e cinofilo, lo si nota dai numerosi riferimenti sparsi qua e lì nel libro, ammetto che mi divertivo molto a cercare i vari easter eggs.

Insomma, cosa posso dire, di certo “La a maiuscola” ha un potenziale da sfruttare e soprattutto uno stile così fresco e particolare non si trova facilmente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...