Buongiorno cari lettori, con estremo piacere partecipo al Review Party per “Voce del mare” di Natasha Bowen edito Mondadori.

Trama:

Un tempo, quando era ancora umana, Simi pregava gli dèi. Ora che è una sirena, una Mami Wata, è al loro servizio, anche se non riesce a rinunciare ai ricordi della sua vita precedente. Il suo compito, come quello delle sue sei sorelle, è di cercare e raccogliere le anime degli uomini e delle donne gettati in mare dalle imbarcazioni cariche di schiavi dirette al Nuovo Mondo; e, dopo averle onorate, fare in modo che possano tornare, benedette, alla loro terra d’origine. Ma un giorno, quando da una di quelle navi viene buttato in acqua un ragazzo ancora in vita, avviene l’impensabile. Simi decide di portarlo in salvo, contravvenendo così a una delle più antiche e inviolabili disposizioni divine. Per fare ammenda, sarà costretta a recarsi al cospetto di Olodumare, il Creatore Supremo, ma per poterlo incontrare, dovrà prima affrontare un viaggio pieno di ostacoli, nel corso del quale incontrerà terre ricche di insidie e creature leggendarie e si ritroverà ancora una volta a sfidare gli dèi, mettendo a rischio non solo il destino di tutte le Mami Wata ma anche quello del mondo così come lo ha conosciuto fino ad allora.

  Pagine: 252

Editore: Mondadori

Acquistalo qui

Voto: 4,5/5

Recensione:

Un retelling particolare, che si discosta molto dalla storia originale che tutti noi conosciamo della Sirenetta. Certo, alcuni scorci potrai sicuramente notarli e apprezzarli ma se ti addentri in questa lettura devi sapere che le tematiche trattate sono molto forti e potrebbero urtare la tua sensibilità.

Schiavitù e razzismo, ci troviamo intorno alla metà del XV secolo, i portoghesi iniziavano a rapire e comprare gli africani per deportarli. La nostra sirenetta di chiama Simidele, il compito è quello di raccogliere anime, non tanto diverso dai cuori che trovavamo ne “La regina delle sirene”, per poi benedirle.

Attenzione, la sirenetta non è sempre stata così, prima era umana e può tornare sulla terra ferma ritrasformandosi e ricordare il suo passato. La sua vita cambia quando incontra Kola, gravemente ferito e decide di salvarlo. Intraprenderà con lui un viaggio pieno di insidie e di amore anche se impossibile.

Il libro non arriva neanche alle 300 pagine, ma nonostante questo posso dirvi che di cose ne succedono e anche molte, forse troppe… Il libro è pieno di personaggi e avvenimenti che continuano a tenere alta l’attenzione del lettore senza concedergli un attimo di tregua. Spero in un continuo, il finale mi ha fatto piangere un sacco e nonostante potessi immaginarlo mi ha spezzato il cuore.

Un libro da recuperare per gli amanti della sirenetta e dei retelling, sicuramente recupererò il formato cartaceo la copertina merita già un sacco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...