Buongiorno cari lettori! Oggi parliamo di un romanzo che seppur piccino mi ha davvero stregata! Parlo di “L’origine del male”  di Samantha Garbero.

Trama:

Don Juan Cortez, dopo l’efferato omicidio del nonno Don Patricio, decide che è giunto il momento di mettere su famiglia. Da noto cercatore di tesori cubano perennemente in viaggio in luoghi inesplorati, non vuole sprecare troppe energie verso il gentil sesso. Gli unici suoi scopi sono di aver un erede con una nobildonna e di arricchire il suo patrimonio. Inizia così una fitta corrispondenza epistolare con Lady Mary Hallen e, dopo pochi mesi, le propone di sposarlo. Dall’arrivo di Mary all’Avana però l’esistenza di Juan viene stravolta completamente. Nonostante i buoni propositi di non legarsi sentimentalmente, non riesce a resistere al fascino e all’indole ribelle della giovane donna. Follemente innamorato, non si rende subito conto del lato oscuro di sua moglie, nulla è realmente come sembra. L’uomo, infatti, ignora l’esistenza del male e delle sue molteplici sfaccettature, finché non ne conosce la più antica: quella originale.

Pagine: 216

Acquista qui

Voto: 4-/5

Recensione:

Dark romance dove vi sono dei vampiri? Eccolo, questo libro fa assolutamente al caso tuo. Posso dirvi per certezza che tutto ha un senso anche se all’inizio sembrano esserci troppi pezzi mancanti al puzzle. La storia scorre con piccoli avvenimenti che mettono in allerta il lettore, la componente sovrannaturale di certo è ben scritta ma quello che ho apprezzato moltissimo in questo romanzo è di certo la componente romance, leggendo capirete a cosa io mi stia riferendo, ho sclerato un sacco.

Il romanzo si apre con colpo di scena, Elisabeth “mostra” la sua vita a Padre James, un sacerdote. Ricco di suspense il libro ci presenta alcuni salti temporali, tra la storia del presente e del passato. Conoscendo a 360 gradi la nostra protagonista.

Ogni cosa è studiata nei minimi dettagli, il modo in cui i personaggi dialogano tra loro, il linguaggio usato, come anche gli usi e i costumi. Di certo l’autrice non si perde in troppe descrizioni ma presenta più la preferenza narrativa del show don’t tell.

Una lettura che appassiona il lettore e gli tiene compagnia, consigliato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...