Buongiorno cari lettori eccoci qui a parlarvi di “Armilla Meccanica” di Fabio Carta.

Trama:

I Meka incarnavano un’idea, quasi un’ideologia in verità, quella del gigantismo meccanico dell’umanità alla conquista delle stelle. Troppo grande l’universo per affrontarlo con le sole piccole membra fornite all’uomo dalla natura”.

Su una remota miniera extrasolare Geuse, un vecchio mek-operaio, giorno dopo giorno vede i frutti del suo duro lavoro sfumare a causa di una crisi economica senza precedenti, che coinvolge tutte le colonie della Via Lattea. Come molti altri medita di prendere ciò che gli spetta e di cambiare vita. Ma non è così facile.

Ad anni luce da lì la Metrobubble, la capitale finanziaria della galassia, è stravolta dallo slittamento temporale tra sistemi planetari, dai disordini e dalle rivoluzioni. Ora a regnare è un feroce dittatore che si fa chiamare Meklord. I nativi del pianeta, i queer, gli fanno guerra per quanto possono, mentre attendono l’aiuto della Terra o di chiunque avrà il coraggio di sfidare per loro le maree del tempo e le armate meccaniche del tiranno.

Un liberatore, un pirata, un avventuriero… o anche solo un semplice operaio.

Pagine: 300

Acquistalo qui

Voto: 4,5/5

Recensione:

Un romanzo davvero molto particolare, ma non penso affatto che possa essere per tutti. Una lettura che a mio parere non può essere presa sottogamba. Si deve rimanere molto concentrati e cercare di non leggere altro al di fuori di questo libro. Credetemi, sono solita leggere più libri contemporaneamente ma questa volta mi è stato praticamente impossibile. Infatti arrivata al 20% della lettura ho dovuto ricominciare da capo, a mente fresca senza ulteriori distrazioni.

Non è stata facile la lettura, lo ammetto, è stata una vera impresa, non avevo mai letto niente di questo spessore. I personaggi tutti descritti alla perfezione, sono tutti in risalto.

In un futuro lontano la Terra è una colonia che fa parte della popolazione interstellare. Il mondo creato è complesso anche se alcune delle tematiche sono quasi attuali. Lo stile è molto profondo e ben costruito, si vede che c’è stato un grandissimo lavoro dietro, la terminologia, ogni luogo, ogni figura presente nel mondo è delineata nei minimi particolari.

Un’opera non adatta a tutti, ma a tutti quelli che vogliono provare una lettura originale e molto particolare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...