Buongiorno cari lettori e bentornati sul mio blog! Oggi vi parlo di “Nel freddo dell’estate” di Francesco Frosini edito 0111 edizioni.

Trama:

Opera finalista al Premio 1 Giallo x 1.000 quarta edizione.
Nel 1960, in un’Italia ancora divisa in piccoli Stati, Diego Guerrini è il nuovo Regio Commissario del Compartimento Sud della città di Viareggio, nel Granducato di Toscana. Nella piovosa mattina del 14 settembre, Alberto Locelso si presenta con una richiesta d’aiuto. Il suo collega, il giornalista Nicola Bernardi, in procinto di far pubblicare un articolo scioccante, è scomparso da cinque giorni. Diego, vecchio amico di Nicola, si mette subito sulle sue tracce, aiutato dal giovane Piero. Il rinvenimento di un cadavere nella Pineta di Ponente, con segni di violenza, fa subito temere il peggio. Le indagini, osteggiate fin dall’inizio, lo porteranno sulle tracce di una cospirazione legata a una drammatica situazione politica nei palazzi del potere di Firenze: ai vertici un gruppo nell’ombra sta lavorando per sovvertire lo status quo.

Editore: 0111 edizioni

Pagine 146

Acquistalo qui

Voto: 4/5

Recensione:

Sapevo per certo che questo libro mi sarebbe piaciuto un sacco. Mi sto riavvicinando a un genere che ho lasciato in disparte per fin troppo tempo, ovvero il romanzo giallo con tratti quasi distopici e noir. Perché quello che troviamo nel romanzo di Francesco l’Italia non è mai stata unita e il Granduca di Toscana è ancora in vita.

Tutto questo non è di certo facile plasmarlo e sistemarlo in un ambito quasi moderno, ed è qui che ho notato l’attenzione dell’autore di rendere il tutto pieno e comprensibile in meno di 200 pagine. L’ambientazione storica non mi ha dato fastidio, anzi è stata davvero un ottimo sfondo sul quale spiccavano i personaggi delineati dall’aurore.  Il protagonista, Diego Guerrieri è stato davvero pazzesco, anche se nelle ultime pagine del romanzo l’ho apprezzato maggiormente.

Oltre a lui si susseguono diverse voci, tutte ben caratterizzate e uniche. Alcune parole o intercalari sono un dialetto toscano, avendo alcuni amici lì mi è capitato di sentirli e poi me lo hanno confermato, giusto per non fare una figuraccia.

Per tutti gli appassionati del giallo questo libro fa al caso vostro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...