Buongiorno cari lettori! Oggi parliamo di “La terra dei corvi” di Marco Tanghetti edito Pav Edizioni.

Trama:

Guerre e pestilenze hanno scosso per secoli il Ducato del Verlatz, tramutandolo in una terra spoglia, violenta e crudele, patria tanto di guerrieri leggendari quanto di infimi criminali. All’interno dei confini di questo mesto regno, l’isolata Baronia di Tarburg è flagellata da misteriosi massacri e continue sparizioni. Mentre la paura infesta le menti degli abitanti, un cavaliere giunto da una terra lontana mette al servizio del Barone Calabart la propria spada, giurando di portare pace in quelle buie terre. Sangue e acciaio attendono lo straniero dell’est e i guerrieri del Barone, mentre i tetri ricordi del passato potrebbero rivelarsi ben più affilati di qualsiasi lama.

Acquistalo qui

Voto: 4-/5

Recensione:

Romanzo potrei dire ambizioso per certi versi, cimentarsi in un fantasy con note dark non è affatto facile, almeno leggendo il libro di Marco ho avuto l’impressione di leggere qualcosa di sconvolgente e difficile.

Ammetto che a tratti purtroppo mi è risultato lento da digerire, mentre leggevo tra le varie descrizioni e momenti di poca dinamicità, dovevo posare un po’ il libro e riprenderlo successivamente. Non è una nota negativa, capita di non trovarsi molto comodi in alcuni generi, e a quanto pare questo è il mio.

La penna di Marco in ogni caso è precisa e sa come sviscerare una storia nel migliore dei modi, da metà libro infatti sono stata completamente rapita e a tratti trattenevo il respiro fino alla fine della frase. I dialoghi, questi per me sono una parte fondamentale nella scrittura di un libro e per fortuna nel complesso mi sono piaciuti, erano corretti e molto realistici. Altra nota a favore dell’autore è lo stile, molto particolare e a tratti metaforico.

Una cosa che non sopporto, ma è un gusto puramente personale, che ho ribadito più volte è l’uso nei dialoghi di parole in stampatello maiuscolo, ad indicare un preciso tono di voce, stato d’animo e quant’altro, purtroppo non riesco a farmelo andare giù in alcun modo.

Un finale molto particolare che mi ha lasciato con il fiato sospeso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...