Buongiorno cari lettori! Oggi parliamo del primo volume di una saga molto chiacchierata ultimamente, parlo de “La chimera di Praga” di Laini Taylor edito Fazi editore che ringrazio per la copia digitale del romanzo. 

Trama:

Tanto tempo fa un angelo e un diavolo si innamorarono. Non finì bene.

Karou ha diciassette anni, è una studentessa d’arte e per le strade di Praga, la città in cui vive, non passa inosservata: i suoi capelli sono di un naturale blu elettrico, la sua pelle è ricoperta da un’intrigante filigrana di tatuaggi, parla più di venti lingue e riempie il suo album da disegno di assurde storie di mostri. Spesso scompare per giorni, ma nessuno sospetta che quelle assenze nascondano un oscuro segreto. Figlia adottiva di Sulphurus, il demone chimera, la ragazza attraversa porte magiche disseminate per il mondo per scovare i macabri ingredienti dei riti di Sulphurus: i denti di ogni razza umana e animale. Ma quando Karou scorge il nero marchio di una mano impresso su una di quelle porte, comprende che qualcosa di enorme e pericoloso sta accadendo e che tutto il suo universo, scisso tra l’esistenza umana e quella tra le chimere, è minacciato. Ciò che si sta scatenando è il culmine di una guerra millenaria tra gli angeli, esseri perfetti ma senz’anima, e le chimere, creature orride e grottesche solo nell’aspetto esteriore; è il conflitto tra le figure principi del mito cristiano e quelle dell’immaginario pagano. Nel disperato tentativo di aiutare la sua “famiglia”, Karou si scontra con la terribile bellezza di Akiva, il serafino che per amore le risparmierà la vita. 

Con questo libro unico, acclamato dalla critica più esigente, Laini Taylor tesse un raffinato modern fantasy permeato dalle intriganti atmosfere praghesi e dalla tradizione mitologica del mondo classico, in cui la ricerca della natura interiore si accompagna alla scoperta del vero, ma sempre contrastato amore.


Editore: Fazi editore
Prezzo: 13,00 euro
Voto: 4 e mezzo / 5


Recensione:

Tanto tempo fa un angelo e un diavolo si innamorarono, non finì bene…

“Ci mancherebbe” ho risposto non appena ho letto la frase. Ero così all’inizio prevenuta. Con la paura di ritrovarmi imbottigliata in uno di quei soliti cliché di angeli e demoni. Invece no! 

Ma partiamo per ordine. “La chimera di Praga” era già una lettura che attendeva nella mia wish list. Dal primo momento mi ero innamorata della storia e volevo leggerla, poi altri libri hanno preso il primato e così pian piano questo libro è finito nel dimenticatoio. 

Quando ho visto le nuove copertine della Fazi editore, mi si è riaccesa una fiamma dentro, non trovate che già la prima sia magnifica? Questi colori, questa grafica che lascia per un attimo il lettore confuso e poi se si guarda meglio si vede una chimera. 

Togliendo le copertine che sono a mio parere un vero e proprio bookporn il libro di per sé merita un sacco. 

Su instagram avrete di certo letto le motivazioni per leggere questo libro, se ve li siete persi ve li rinfresco:

  • Ambientazione, Praga è descritta alla perfezione;
  • Lo stile, lo stile di scrittura della Taylor mi ha lasciata senza parole;
  • I personaggi, così ben caratterizzati e quasi per nulla stereotipati;
  • La linea tra il bene e il male non è mai stata così sottile;
  • La trama, di certo nonostante all’inizio possa sembrare complessa alla fine tutti i nodi vengono al pettine e non si può fare altro che rimanere a bocca aperta.

Queste sono di certo alcune delle motivazioni che vorrei servissero per convincervi a leggere la serie. 
Karou è uno dei miei personaggi preferiti. Il suo carattere, la sua forza d’animo e a volte la sua ingenuità mi hanno colpita. Tralasciando il fatto che abbia i capelli blu, quella è una cosa secondaria. 
Anche il personaggio di Akiva, l’angelo bello e dannato mi ha convinta al 100%. Non è imperlato dai soliti cliché, è nato per combattere, tutto il resto non è di suo interesse, o almeno così doveva essere. 

La storia della Taylor si sviscera bene capitolo dopo capitolo. A mente fresca e lucida alla fine della lettura posso dire con estrema sincerità che l’autrice ci ha provato a mettere alcuni indizi lungo la strada e che, seppur velati, dovevano farmi scattare l’allarme. 
Le prime cento pagine più o meno sono risultate a mio parere un po’ lente, per questo ho dovuto abbassare di poco il voto, poi il ritmo diventa sempre più incalzante, il climax massimo arriva verso la fine della storia, quando tutto ormai è noto, è chiaro.

Ammetto che ci sono state alcune parti un po’ WTF!!!, nel senso che si svolgeva tranquillamente una scena a mezz’aria senza preoccuparsi che ci fossero dei mortali che li guardavano, preoccupandosene poi successivamente. E altre parti che non vi dirò perché si perderebbe il bello della lettura. Ovviamente, queste farti servono a mio parere ad alleggerire un po’ la storia e renderla nei momenti quasi morti avvincente e mozza fiato. 

Il libro ha lasciato molte domande nella mia testa, domande che spero di riuscire a dare una risposta leggendo i due volumi successivi.  

Nel complesso è una serie che dovevo recuperare assolutamente, ora sono corsa in libreria a recuperare i successivi! E voi cosa state aspettando? Correte a comprarli! 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...