Ecco come l’autore Stefano Maccari ci apre al suo romanzo sin dalla trama, ho letto “Il rifugio del sole” con estrema cura, alla ricerca di una soluzione per il declino dell’ambiente a cui stiamo assistendo e di cui, Stefano, ha deciso di farci vedere la parte più cruda e dolorosa degli scenari.


Trama:

Come sarà la Terra tra cent’anni?

Leonardo vive insieme al nonno Nicolò nella valle Ibà. Il mondo in cui si trova è il risultato del cambiamento climatico che ha reso il nostro pianeta un territorio ostile e bruciato dal grande Sole che prepotentemente arde la Terra. Leonardo e Nicolò cercano di sopravvivere in questo mondo avverso, finché un evento inevitabile li costringe ad abbandonare la loro valle in cerca di un posto in cui continuare a vivere. Il viaggio è lungo e faticoso ma una sorpresa lungo il percorso guiderà il ragazzo verso la speranza e il desiderio di trovare un luogo che possa accoglierlo.

Editore: BookaBook
Pagine: 259
Voto: 4/5
Acquista qui


Recensione:


Dopo aver sostenuto un esame intero sulla storia dell’ambiente, della sua evoluzione e devoluzione sono rimasta affascinata dalla scrittura di Stefano nel descrivere gli effetti climatici. 

Ora, vorrei tanto farvi lo sproloquio su ciò che ho studiato per farvi capire che in linea con ciò che ha detto l’autore nel suo libro, se non in maniera così catastrofica, potrebbe succedere. Solo da alcuni anni si è preso a cuore il tema ambientale, specifico anche non da tutti, ma in qualche modo, giorno dopo giorno cerchiamo di migliorare le nostre abitudini così da non distruggere il nostro pianeta, perché, forse ancora non è arrivato a tutti, non ne abbiamo un altro da ospitare e ridurre in pezzi così come stiamo facendo con la Terra.

<>
<>.

Il libro mi è piaciuto soprattutto per il modo in cui l’autore ha cercato, attraverso la scrittura di sensibilizzare il tema e far comprendere sin da subito il problema e i rischi che stiamo correndo.

Gas serra, piogge acide, surriscaldamento globale, siamo a questo. Dopo cosa succederà?
Le descrizioni dell’autore sono molte, precise, che ti arrivano dritte allo stomaco come una coltellata. Ti fa aprire gli occhi se ancora non l’avete fatto sull’importanza del nostro pianeta. 

<>

L’ambientazione è il futuro, precisamente tra 100 anni, Leonardo è un ragazzino, ha sedici anni eppure si comporta da uomo, suo nonno Nicolò, sembrano essere i pochi sopravvissuti su ciò che resta e vanno alla ricerca di un posto sicuro dove vivere, alla ricerca di quel Pianeta B, che noi non abbiamo.

Lo stile è fresco e pulito, le descrizioni semplici e lineari non rallentano la lettura, un uso corretto e piacevole delle parti dialogate, quel pizzico di romance che non stona con il tutto ma che fa da ottimo sfondo.

Leo, ora tocca a te, non mi deludere


Consigliato!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...