L’odio è la mia forza.

L’odio mi dà energia.

L’odio mi fa vivere.

E con questo estratto vi presento il libro di Mirko Mignone “Ti odio”. Ringrazio l’autore per l’omaggio della copia cartacea.

Editore: Echos Edizioni
Collana: Giallo e Nero
Genere: Thriller
Pagine: 206
Voto: 4+/5 Consigliato



Sinossi.


 Ti odio. Due semplici parole. Due semplici parole che, se sbattute in faccia, possono gettare nel terrore. Ti odio è il messaggio che Fabiano si vede recapitare all’interno di una lettera lasciata nella sua cassetta della posta. Sino a quel momento non aveva mai pensato che qualcuno potesse nutrire quel cattivo sentimento verso di lui. Si ritrova perciò a fare i conti con una minaccia che non si ferma alle semplici parole, ma entra nella sua vita con prepotenza. Più che egli stesso, è ogni suo affetto ad essere potenziale vittima e nessuno può sentirsi al sicuro da un assassino che si muove nell’ombra senza lasciare traccia di sé. Riuscirà Fabiano a trovarsi faccia a faccia con chi ha trasformato la sua tranquilla esistenza in un incubo?


Recensione:


Cosa mi aspettavo di trovare in questo romanzo? 
Mi aspettavo un thriller mozzafiato visto che la sinossi mi aveva subito colpita. Vorrei spendere due parole sulla copertina di questo libro che a mio parere è stata un colpo di genio. 
Durante la lettura si alternano dei capitoli in cui assistiamo a questa sete di sangue da parte di una persona che rimane anonima fino alla fine del libro e Fabiano, il nostro protagonista che se ne vedrà passare davanti agli occhi di tutti i colori, infatti vive in un incubo ad occhi aperti. 

Devo ammettere che l’autore è riuscito spesso a depistarmi sulla soluzione del caso, ma ad ogni modo alla fine ho esultato! Perché? Per il semplice fatto che avessi ragione, le mie intuizioni erano corrette e mi sentivo scorrere nelle vene un’adrenalina tale da rimanere paralizzata dopo aver chiuso il libro.

 Perché? Chi? Perché? Chi?


Il nostro protagonista è complesso e ben strutturato, un giorno riceve una lettera con su scritto solo sopra “Ti odio”, un messaggio che sia lui che il lettore non dimenticherà facilmente.

<>


In questo thriller troverete tutte quelle emozioni che ricercate in questo genere, in poco più di duecento pagine troverete: crudeltà inaudita, paura, adrenalina e ansia, il giusto suspanse, orrore e mistero.

Una nota che ho apprezzato molto del romanzo è che in alcuni capitoli l’autore decide di mostrarci la decadenza del nostro killer anche attraverso le parole che sembrano cadere dalla pagina come sangue su una superficie.

un thriller scritto davvero bene senza punti morti o troppo prolissi che vanno a rallentare la lettura. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...