Buongiorno cari lettori, troverete la recensione completa di Io, Robot di Asimov edito Mondadori.


Trama:

Pubblicata per la prima volta nel 1950, questa celebre antologia raccoglie i più significativi racconti che il più prolifico e famoso scrittore di fantascienza di tutti i tempi ha dedicato ai robot. È proprio in questo libro che Asimov detta le tre Leggi della robotica, che regolano appunto il comportamento delle “macchine pensanti” e che da allora in poi sono alla base di tutta la letteratura del genere.

Recensione:

Se vi aspettate qualcosa di simile al film, potete tornare indietro, non troverete questo. 

Il romanzo è diviso in diverse storie. 

La prima Robbie, questo è il nome di un robot, come se fosse una babysitter a Gloria, una bambina che ama le fiabe. La madre della piccola non sembra essere molto d’accordo con l’affetto che ha la sua piccola nei confronti di questo robot e decide di sbarazzarsene, avrà fatto la scelta giusta?

Il secondo è Bugiardo! In  questo caso abbiamo Herbie, un robot con un difetto di fabbrica che nonostante ciò riesce tranquillamente a leggere i pensieri degli esseri umani. Una delle storie che più mi è piaciuta.

Infine abbiamo Meccanismo di Fuga, qui troviamo un super computer che è capace di fare dei calcoli in pochissimo tempo ma la sua personalità si avvicina molto a quella di un bambino. In questo racconto invece sono riuscita a scorgere l’ironia che mi ha fatto ridere ma nonostante questo la morale di questo racconto è molto forte.

Un libro consigliato se si vuole trovare qualcosa su cui riflettere!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...