La canzone di Achille
 di Madeline Miller


Buongiorno cari lettori, oggi sul blog parlo anche io di un libro molto chiacchierato nella cerchia di noi bookblogger! 



Per acquistare il romanzo clicca qui

Trama:

Dimenticate Troia, gli scenari di guerra, i duelli, il sangue, la morte. Dimenticate la violenza e le stragi, la crudeltà e l’orrore. E seguite invece il cammino di due giovani, prima amici, poi amanti e infine anche compagni d’armi – due giovani splendidi per gioventù e bellezza, destinati a concludere la loro vita sulla pianura troiana e a rimanere uniti per sempre con le ceneri mischiate in una sola, preziosissima urna. Madeline Miller, studiosa e docente di antichità classica, rievoca la storia d’amore e di morte di Achille e Patroclo, piegando il ritmo solenne dell’epica alla ricostruzione di una vicenda che ha lasciato scarse ma inconfondibili tracce: un legame tra uomini spogliato da ogni morbosità e restituito alla naturalezza con cui i greci antichi riconobbero e accettarono l’omosessualità. Patroclo muore al posto di Achille, per Achille, e Achille non vuole più vivere senza Patroclo. Sulle mura di Troia si profilano due altissime ombre che oscurano l’ormai usurata vicenda di Elena e Paride.

Editore: Feltrinelli (Marsilio)
Pagine:382
Formato: Digitale 7,99
Cartaceo 11,00 euro
Voto:4/5



Recensione:

Nell’oscurità, due ombre si avvicinano attraverso il crepuscolo fitto e senza speranza. Le loro mani s’incontrano e la luce si riversa inondando ogni cosa, come cento urne d’oro che, aperte, fanno uscire il sole.


Quanto ho sentito parlare di questo romanzo, non sono un’appassionata dei libri con tematiche storiche, cerco di evitarli ma se c’è al suo interno un pizzico di mitologia, allora sono in prima linea. 
Insomma questo è uno dei primi acquisti fatti grazie alle recensioni lette sul web di alcune ragazze che seguo sui social, per fortuna non sono rimasta delusa! Ho visto che c’è anche il romanzo Circe, sempre della Miller e provvederò ad acquistarlo.
Ho letto il romanzo in poco tempo, anche se a volte la lettura procedeva lentamente o se non proprio noiosa o priva di emozione. 
Per questo motivo ho trovato molto lenta la prima parte, circa fino a pagina 200, dopodiché l’autrice ha ripreso tutto in mano ed è riuscita a farmi avere quell’empatia con i personaggi che ricercavo pagina dopo pagina.
La storia d’amore tra Patroclo ed Achille è il fulcro del romanzo, ma non necessariamente l’unica cosa che voleva regalarci l’autrice.
<>
 La crescita che affrontano i protagonisti durante la storia, le difficoltà poste dal destino.

Non appartiene più soltanto a me.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...