Buongiorno cari lettori, oggi nuova collaborazione! Lo scrittore Solitario di Nicola Ianuale!
Se volete acquistare il romanzo Cliccate qui

Lo scrittore solitario è la storia di Daniele Serpico, detto “Dan”, diciassettenne malato d’apatia, e di William Esposito, talentuoso scrittore emergente, le cui esperienze sono legate da un fil rouge più forte di quanto essi immaginano. Il primo incontra il secondo in una fase nichilista della sua vita, in cui la consapevolezza dell’incoerenza e della falsità che lo circondano lo hanno reso insensibile e privo di qualsivoglia vitalità. Arrancando nella tediante routine quotidiana, Daniele fa la conoscenza di William prima sugli scaffali di una libreria, acquistando quello che la critica ha definito il romanzo del nuovo Fitzgerald, e poi nella via del Passo Vecchio, la strada in cui abita, carica di esoterici fascini celati. Muovendosi in un’atmosfera pirandelliana dal retrogusto kafkiano, le vite di William e Dan navigano in parallelo su acque all’apparenza cristalline ma, in realtà, torbide, scortate da un caleidoscopico carosello di personaggi secondari ambigui, saccenti e contraddittori. Scavando a fondo nell’eterno dualismo tra vincenti e perdenti, William percorrerà la via della perseveranza, inseguendo un antico obiettivo, e Dan andrà alla ricerca dei pezzi mancanti per ricomporre l’enorme e metaforico mosaico della criptica vita di William, chiave di volta per comprendere meglio sé stesso.

Lo scrittore solitario: La nostra vita è il più grande romanzo che ognuno di noi possa scrivere di [Nicola Ianuale]
Pagine:153
Prezzo: Gratuito se cliente o 0,99 euro
 formato kindle
9,30 euro cartaceo
Voto:4/5
Parte con il botto il romanzo di Nicola uno dei miei incipit preferiti al momento devo ammetterlo, scala e sale al quinto posto della mia top 10 e devo ammettere che non è affatto semplice. 
Ciò mi diede la chiarezza e la cognizione che non esistevano persone autentiche, ma fantocci, manipolati e diversamente plasmati gli uni dagli altri a seconda del contesto…
Dan è nella sua piena fase nichilistica, dove tutto è nero e grigio, le persone sono automi, dove la menzogna è all’ordine del giorno, i social network sono la rovina della società. E’ un manifesto, questo romanzo, una critica a gran voce sulla società moderna. 
L’incontro, quasi fortuito con il suo ” idolo” lo scrittore talentuoso e molto giovane William Esposito, definito anche al pari di Fitzgerald, cambierà un po’ le carte in tavola. Due persone sconosciute e apparentemente diverse si ritroveranno molto più simili di quel che si pensi. 
Si citano nel romanzo diversi autori come Orwell, Wilde, Hemingway, Dumas e persino Pirandello, tutti questi autori nel bene e nel male hanno trattato le tematiche che cerca di affrontare Nicola nel suo romanzo, maschere, società ipocrite e deumanizzate…
Una nota che mi ha molto colpito nel romanzo e che ultimamente leggo spesso, è stata la decisione di introdurre dentro a un romanzo altri pezzi di un romanzo di un altro scrittore, in questo caso sempre creato dall’autore e parliamo di William.
Una delle frasi che spesso ripete William e che mi è rimasta molto impressa è la seguente:
La nostra vita è il più grande romanzo che ognuno di noi possa scrivere. Tutto qui
Il romanzo di Nicola si legge in poco tempo, ti tiene attaccato gli occhi sullo schermo e o sulle pagine, penso che valga però molto più acquistare la versione cartacea, ci sono molte parti che gradirete sottolineare, segnare e tenere con voi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...