Buongiorno cari lettori, oggi parliamo di un romanzo edito Giunti “Chiudo gli occhi e il mondo muore” di Francesca Zappia. Dopo aver amato alla follia Ti ho trovato fra le stelle non potevo di certo perdermi questo!







La realtà non è mai come appare. Lo sa bene Alex, da tutta la vita. A seguito di uno spiacevole incidente, deve cambiare scuola e quartiere. Ricominciare, per lei, è difficile. Ma questa è la sua ultima chance per poter accedere al college, ed è determinata a riuscirci. Armata della sua inseparabile macchina fotografica, Alex combatte una battaglia quotidiana per capire se ciò che vive è reale oppure no. Se le cose che vede e le persone che incontra sono vere, o solo uno scherzo della sua mente instabile. E quando incontra Miles, un ragazzo scontroso e sconstante, ma che sembra capirla come mai nessuno ha fatto prima, è sicura di averlo già conosciuto. Le ricorda “Occhi Blu”, il bambino che l’aiutò a liberare gli astici dalla vasca del supermercato, quando lei aveva sette anni. Ma quell’episodio è accaduto davvero? Secondo sua madre, è stato solo un’allucinazione. E adesso, Alex può fidarsi di Miles? E di ciò che le fa provare? O deve prepararsi a vederlo sparire, come se non fosse mai esistito?



    • Lunghezza stampa: 329
    • Editore: Giunti
    • Formato: Cartaceo 14,00 euro
    • Ebook 8,99 euro
    • Voto:🌟🌟🌟🌟🌟



  • Ho letto molti libri che trattano di malattia, Green ad esempio mi ha fatta diventare ipocondriaca con il suo romanzo Tartarughe all’infinito, da allora avevo deciso di non toccare più un libro con tematiche del genere. Poi è arrivato il romanzo di Zappia, innamorata persa della sua penna dalla quale è nata Eliza del suo primo romanzo “Ti ho trovato fra le stelle” non ho saputo resistere e ho acquistato il romanzo. 

Letto, o meglio divorato in una giornata, ho ritrovato la penna dell’autrice, ho ritrovato tutte quelle emozioni che solo lei riesce a darmi. 

Questo romanzo però è diverso, la protagonista si chiama in memoria di Alessandro Magno, Alexandra, figlia di genitori con un’assurda passione per la storia.

 Nei primi capitoli la ritroviamo in un supermercato a bere il suo latte al cacao impegnata a cercare un modo per liberare degli astici e sembra che un bambino dagli occhioni blu e le lentiggini l’aiuti nella sua impresa. Qualche anno dopo però ad Alex viene diagnosticata la schizofrenia, tutto quello che pensava fosse successo era in realtà frutto della sua immaginazione.

A volte penso che la gente dia la realtà per scontata.


Passa il tempo, ormai Alex è un’adolescente e frequenta la East Shoal High School, a tenere a bada la sua paranoia e schizofrenia, oltre ai farmaci c’è la sua macchina fotografica, scattando fotografie lei riesce così a non confondere la realtà dalla sua immaginazione. Molte sono state le parti che mi hanno spezzato il cuore facendomi piangere come una bambina, si perché a volte le cose non te le aspetti ed ecco che ti feriscono.


Ad ogni modo, affiancati ad Alex troviamo diversi personaggi ben caratterizzati, Mr Insalata di patate unta  e molliccia, per gli amici Tucker e Miles che assomiglia molto al bambino con gli occhioni blu. 

E’ bellissimo il rapporto che si viene a creare pagina dopo pagina con Miles, anche lui vittima di bullismo, viene chiamato nazista per un forte accento tedesco e un po’ temuto da tutto per via di alcuni “lavoretti” a cui prenderà parte una volta anche Alex. 
 Dall’odio, o quanto meno dal prendersi in giro inizia una bellissima amicizia e loro saranno coinvolti in un complotto della scuola.

Tutto quello che è narrato nel romanzo fa continuamente chiedere al lettore se quello che sta leggendo è la realtà o solo un’altra allucinazione di Alex.
Lo stile dell’autrice è incalzante, a volte ironico altre volte invece molto attento ai minimi particolari.  Da leggere assolutamente.



Sono affiliata ad Amazon, cosa significa? Se acquistate il libro da questo link riceverò una piccola percentuale da spendere per altri libri da recensire

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...