Buongiorno cari lettori, oggi parliamo di un fantasy edito La ruota editore “Sympathy for the Devil” di Lily Lorenzini.
In una Los Angeles dei nostri giorni Sympathy è appena stata portata alla centrale di polizia per aver danneggiato l’ufficio del suo capo. Qui incontra Luc Bamefot, uno strano personaggio che la tira fuori dai guai e le offre di lavorare per lui. Ci metterà un po’ per capire in che cosa consisterà il suo nuovo lavoro e soprattutto che l’uomo che l’ha assunta in realtà è il Diavolo in persona, affascinante, enigmatico ma vittima della noia e della società effimera e nevrotica che egli stesso ha contribuito a creare nel corso dei secoli.
Sympathy for the devil: Il diavolo non è poi così male di [Lily Lorenzini]
Pagine: 276
Formato: Digitale, prezzo 6,00 euro
Cartaceo, prezzo 10,20 euro
Voto: 🌟🌟🌟🌠🌠🌠🌠

La vostra società malata sta per giungere al termine!
Padre Satana presto scatenerà la battaglia di Armageddon
Nessun posto sarà sicuro se non per quelli che si saranno pentiti per tempo,
abbandonate le vostre vite di corruzione adesso prima che sia troppo tardi!

Non so da dove iniziare per parlare del libro di Lily, la copertina racchiude perfettamente sia il genere che ciò che possiamo trovare all’interno del romanzo, sembra una di quelle copertine per narrare la storia di Jack lo Squartatore o le edizioni dei classici Giunti, assomiglia a quella di Dottor Jekyll e Mister Hyde, diciamo che non ho trovato queste somiglianze solo nella copertina ma anche nella narrazione.

Procediamo per gradi, è un urban fantasy strutturato in maniera molto semplice, una trama lineare che prende tutto il romanzo così da non far perdere il filo al lettore, le vicende spesso vengono narrate con una sequenza veloce cosa che però non disturba la lettura e i particolari omessi sono chiari nelle nostre menti.

Penso che Sympathy for the Devil sia un romanzo equilibrato, mi spiego meglio, l’alternanza tra dialoghi e parti descrittive sono bilanciate, così da avere dinamicità ma allo stesso tempo veniamo a conoscenza dell’ambientazione dove si trovano i personaggi.  E’ anche equilibrato il genere, dalla trama si presumeva oltre un fantasy con tinte dark anche una storia d’amore tra Luc, il nostro diavolo e Simpathy, ma questo fattore non disturba lo svilupparsi della storia, anzi ne fa da cornice.

Passiamo ai personaggi, sia Luc che Simpathy sono abbastanza caratterizzati, nel diavolo però ho riscontrato una certa somiglianza con Dottor jekyll e Mister Hyde, come accennavo in precedenza, infatti Luc è bipolare tanto da alternare momenti da “buono” e altri in cui il lettore viene spaventato e non lo riconosce, non so se questa scelta sia stata fatta di proposito in ogni caso, anche se involontario questa “citazione” mi è piaciuta!

Ad ogni modo, il romanzo è ben scritto, scorrevole, ti invoglia alla lettura facendo sì che se qualche momento è un punto morto l’autrice lo salta e ti fa andare a 300km/h per amare a più non posso questo libro!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...