Buongiorno cari lettori, oggi parliamo di Crystallum: La danza dei quattro, il secondo volume della saga omonima di Giovanni Cacioppo.



Sono passati anni dalla loro separazione. Ma il rimorso, la paura, la colpa, sentimenti che fanno ormai parte del passato.

Sentieri pieni d’insidie attendono di essere calpestati.

Il tempo della fuga è terminato, adesso è il momento di riprendere in mano il proprio destino. Riparte da qui l’avventura di Cora e dei suoi amici. Ma, ricorda, non tutto è come sembra, non tutto è come viene raccontato e loro, faranno bene a tenerlo a mente.



Crystallum La Danza dei Quattro di [Cacioppo, Giovanni]

Pagine: 468
Formato: Digitale e cartaceo
Prezzo: Gratis per clienti 
Amazon unlimited, 3,99 euro digitale.
16,00 euro il cartaceo.
Voto: 🌟🌟🌟🌟

Il primo volume di questa saga se ricordate, mi aveva lasciato molti interrogativi sul finale, mi ero anche un po’ lamentata del worldbuilding un po’ sottotono rispetto a tutto il romanzo, nel secondo volume devo un po’ ricredermi. La  mano dell’autore è facilmente riconoscibile basta far caso alla suddivisione dei capitoli che all’interno racchiudono la storia di uno o più personaggi della saga e per di più le sotto trame create fanno sì che non sia solo un semplice fantasy; anzi abbiamo anche qualche sfumatura di un romanzo d’amore per alcuni piccoli episodi e grazie a dei personaggi secondari un vero e proprio romanzo giallo. L’idea all’inizio mi aveva lasciata un po’ confusa, impaurita che questo potesse andare a nuocere il filo originario della saga, per fortuna continuando la lettura mi sono dovuta ricredere. La danza dei quattro rispetto a Sogni perduti è molto più scorrevole tanto da riuscirlo a leggere in poco tempo apprezzando capitolo dopo capitolo l’intreccio.
La danza dei quattro si sviluppa quattro anni dopo dal finale del primo romanzo della saga, avevamo lasciato i protagonisti divisi per diversi motivi, il salto temporale all’inizio mi ha un po’ pesato, molte situazioni successe nel frangente erano a noi lettori ignote, successivamente però ne veniamo a conoscenza con i vari racconti dei nostri ragazzi. 

Crystallum non è una saga da poter leggere i libri in maniera distinta, devono essere letti insieme, uno dopo l’altro.
Ricordate che nella prima recensione parlai dei personaggi più caratterizzati a mio parere erano Xanter e Camiel? Ecco in questo ho trovato veramente poco di Camiel, mi è dispiaciuto molto non saper di più del personaggio, Xanter invece sempre sul pezzo anche se spero in una digressione sul capitano!
Ho notato inoltre una grande presa di coscienza per Cora, il quale nel primo romanzo era molto impacciato, quasi spaventato da quello che stava succedendo e ora invece lo ritroviamo sotto la figura quasi di un eroe, burlone come sempre però i suoi dialoghi sono da morir dal ridere, il suo progresso è dovuto a due situazioni: la permanenza con i pirati, la vicinanza al maestro Hyron.
Si dice spesso che il secondo volume di una saga fantasy è più sottotono rispetto al primo, non è questo il caso, si farà chiarezza, i capitoli seguono con un buon ritmo e ti infondono una curiosità tale da voler arrivare il prima possibile alla fine e al contempo vorresti non finisse mai, anche perché il terzo volume della saga dovrebbe uscire questa estate…
Io non vedo l’ora di sapere cosa succederà, e voi?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...