Buongiorno cari lettori, oggi parliamo di una collaborazione. Ho già conosciuto Marinella grazie alla collaborazione iniziata con la sua raccolta di racconti “Tracce” , vi lascio il link della recensione se avete voglia di darci un’occhiata : https://opinio-nerd.blogspot.com/2019/11/tracce-di-marinella-boccadamo.html

Ma tornando a noi “la mia ultima notte a Sharm” è molto diverso dal libro letto in precedenza della stessa autrice, nonostante abbia ritrovato il suo marchio!






Roberta, milanese cinquantatreenne con un divorzio alle spalle, vive da sola e non ha obblighi verso nessuno. Dopo aver assistito al funerale della madre, in un freddo giorno d’inverno, sente che deve lasciarsi alle spalle tutto quel gelo, esterno ed interno, e partire, verso il caldo e il sole di Sharm El Sheikh. Il mare da fiaba, le nuotate, il cibo dato ai gatti del resort, e l’amicizia con una donna russa di rara bellezza, Svetlana… Viene colpita da Magdy, gentilissimo e prestante bagnino del resort, e una sera il bel giovane (anche «troppo» giovane, per lei) cerca di baciarla. Tra illusioni, disillusioni, ostacoli, brusche frenate e ripartenze a razzo, Roberta e Magdy si cercano, si fraintendono, si capiscono, si svelano, fanno l’amore… Da cliché di evasione vacanziera, per Roberta Sharm si fa – grazie a Magdy, Svetlana e tutta la varia umanità di turisti – un «luogo dell’anima e dell’avventura vitale». Ma è realtà oppure solo un miraggio, una fatamorgana, un’infatuazione estiva?



  • Lunghezza stampa: 221
  • Editore: Leone Editore (29 novembre 2017)
  • Formato: Digitale (3,99 euro) Cartaceo (10,90)
  • Voto: 🌟🌟🌟🌠🌠🌠





“La mia ultima notte a Sharm” non è un romance, o almeno non lo è del tutto. Se cercate una storia smielata, una donna che rincorre sempre l’uomo, baci, amore, insomma tutto rose e fiori non è il libro adatto a voi. 

Perché definirlo solo un romance sarebbe riduttivo. La nostra protagonista, Roberta è una donna fuori dal comune delle solite descrizioni nei romance, è forte ma fragile, nonostante cerchi di fare la dura e spesso un po’ cafona nel suo linguaggio, è una persona tutta d’un pezzo, indipendente diciamo anche un po’ in fissa con i bagni.

La nostra protagonista parte per una vacanza a Sharm per cercare di allontanare il lutto della madre e anche un po’ la sua freddezza nel comportamento, un posto ideale per mettere da parte le preoccupazioni, tra mare, sole, spiaggia e Magdy! Già! Il bagnino belloccio del resort. Molto, ma molto più giovane di lei ma bello come il sole. 

Roberta inizierà ad abbassare le difese con lui, anche se per lei la differenza d’età è un grande peso, a volte tanto da farla dubitare, avere atteggiamenti lunatici. 

Il romanzo si articola bene, i capitoli non sono troppo lunghi e pieni di descrizioni prolisse che rallentano la lettura, sono essenziali, a volte anche un po’ troppo per i miei gusti. Certo a mio parere l’intento di Marinella era quello di lasciare più spazio possibile all’immaginazione del lettore.

Tra equivoci, momenti davvero simpatici e un po’ improbabili, la vacanza a Sharm finisce e Roberta dovrà tirare le somme e fare la sua decisione. 

Un romanzo da leggere in compagnia di un bel thé fresco sotto l’ombrellone per passare una giornata in compagnia di personaggi divertenti, spigliati e una Svetlana che ama bere. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...