Buongiorno a tutti cari lettori, oggi parliamo di un libro a mio parere molto impegnativo: L’invitato di Massimiliano Alberti. Ringrazio Massimiliano per la copia cartacea del romanzo.




Tre amici, quelli di sempre. Leo, Kevin e Tom. Dopo anni di scorribande nella sonnolenta Trieste, la loro città, si separano per poi ritrovarsi a Vienna. Qui è Tom a convocare Leo – vero protagonista del libro – e Kevin, per coinvolgerli nel progetto di una galleria dedicata alla Pop Art. Ma, in un susseguirsi di colpi di scena e di innamoramenti, tra alcol, eccessi e grame figure, sempre sul filo dell’autoironia, devono via via fare i conti con le loro differenze caratteriali e con una stridente diversità di aspettative. Un disilluso affresco della nostra società in una Vienna che fa da cornice classica a uno stile… del tutto Pop.
“Nell’atmosfera asburgica Leo mulina supponenza e insolenza come se fossero una spada. E pazienza se colpirà alla cieca: saccenti critici, arrampicatori sociali, giovani e belle donne abbacinate dal lusso, ma anche gli amici di sempre, fedeli maggiordomi, innocenti studentesse. Tutti fatti a fettine. A scatenare il giovane è un disagio interiore, l’inadeguatezza etnica del disprezzato italiener al cospetto dell’aristocrazia dell’aquila bicipite: illuminata ma irraggiungibile”. (Francesco De Filippo)
“Massimiliano Alberti non ha a disposizione il rosso, il giallo, il verde o il blu… ma solo il bianco della carta e il nero della sua penna. E i suoi dialoghi vivaci, ironici e a volte velati da una certa melanconia, diventano figure colorate che esplodono nel nostro immaginario. Forse, un altro sipario si apre al Neo-Pop”. (Alberto Panizzoli)
“Quello di Alberti è un romanzo quasi teatrale, un caleidoscopio di maschere esistenziali quotidiane sempre pronte a cadere ma che si rivelano, però, terribilmente reali. L’autore sa bene, e lo dimostra, come nascondere la verità e svelare la finzione” (The Leading Guy)

Lunghezza stampa: 251
Editore: Infinito Editore
Prezzo: Formato Kindle 4,99 euro
Cartaceo 14, 00 euro
Voto: 🌟🌟🌟🌠🌠




L’invitato non è un romanzo per tutti, è un romanzo per pochi eletti, per chi ama la lingua italiana, la studia con gusto, per chi la conosce a menadito perché Massimiliano ci gioca, la modella a suo piacimento rendendo la sintassi scorrevole sì, ma molto complessa.

Per il suo modo di scrivere avevo subito pensato che Massimiliano si trovasse davanti al suo decimo romanzo, invece L’invitato è il suo bigliettino da visita, il suo romanzo d’esordio.

Tre italiani, sembra tanto l’inizio di qualche barzelletta ma non è così o forse sì, insomma il romanzo di Massimiliano è a tratti molto umoristico, divertente; saranno i dialoghi, le situazioni in cui si vanno ad infilare i nostri protagonisti, sarà il continuo odio et amo di noi lettori verso di loro.

Ma torniamo a noi, i protagonisti del romanzo sono tre amici: Leo, Kevin e Tom. Decidono di aprire una galleria di Pop art a Vienna e gli stessi viennesi definiranno loro un popolo diciamo bizzarro. Sì, perché le tematiche trattate in questo romanzo sono molteplici e si nascondono bene, tra pregiudizi, arroganza, ignoranza, troppa esuberanza, supremazia…

Leo è il nostro vero e proprio protagonista, uno dei personaggi con il carattere ben formato, è arrogante, a volte un po’ idiota, che si butta a capofitto, si rende conto dei propri errori e cerca di rimediare, colui che crede di avere il cuore di ghiaccio ma si innamora ogni volta…

La scrittura di Massimiliano è molto arguta, ogni capitolo è ben studiato, anche la più piccola situazione a mio parere è stata studiata nei minimi dettagli, infatti il lettore riesce si a immaginarsi ogni ambientazione, come il loro appartamento, la casa di riposo e altri luoghi ma personalmente non sono riuscita ad empatizzare con i personaggi. Inoltre non ci fermiamo un attimo durante la lettura, la scorrevolezza del romanzo è molto dinamica, non ci permette di fermarci per troppo tempo su una determinata azione.

Se siete amanti dell’arte, in particolare della Pop art che rappresenta anche un po’ l’eccessività dei caratteri dei nostri personaggi, essa infatti è modificata a tal punto da renderla il punto focale di tutta la vicenda con le sue caratteristiche; questo è il libro che fa per voi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...