Buongiorno cari lettori, buon fine settimana a tutti. Per me si prospettano dei giorni di inferno e non penso proprio che avrò tempo per leggere qualcosa, ma bando alle cince, sorridiamo con un romanzo tutto rosa di Elisa Crescenzi “Nonostante tutto”



A volte la tua vita è perfetta, altre volte si tratta solo di parvenza.A venticinque anni Emma ha una carriera affermata in una delle più prestigiose gallerie d’arte di Londra, e un matrimonio imminente con chi le ha regalato tutto questo. O meglio, era così fino a qualche tempo fa!L’inaspettato fallimento del suo fidanzamento la porta a rifugiarsi nella sua città natale, Milano, dove, lasciate alle spalle le sue delusioni, decide di rimettersi in gioco e dimostrare al mondo quanto vale, senza l’aiuto di nessuno. Eliminato l’amore dalle sue priorità per dedicarsi a se stessa, Emma dovrà ricredersi, quando il suo vicino Theodor Miller, l’avvocato con un debole per le bionde, si rivela una presenza “ingombrante” nella sua vita, che la costringe ad abbassare il muro che aveva innalzato per proteggere se stessa. Un intreccio di personaggi, un susseguirsi di episodi esilaranti e di incomprensioni, porteranno Emma e Theodor ad incontrarsi e scontrarsi ripetutamente, provocando scompiglio nelle quotidianità di amici, colleghi e famigliari. Riusciranno Theodor e Emma a trovare un loro equilibrio o prenderanno strade differenti?

Nonostante tutto di [Crescenzi, Elisa]
Lunghezza stampa: 598
Prezzo: E-book gratuito per i clienti Amazon Unlimited / 1,99 euro
Cartaceo 14,99
Genere: Romanzo Rosa
Voto:🌟🌟🌟🌟



Citazione preferita: […] Tu sei il mio nonostante tutto.

E’ il primo libro che leggo di Elisa, avevo inizialmente paura che la storia si rivelasse una serie di cliché scontati e scialbi, invece, tutto l’opposto. Per fortuna non sono una persona che giudica un libro solo dalla copertina o dal genere. Infatti non nascondo il mio senso di leggera repulsione per i romance, nonostante ami le storie d’amore ho la costante paura di venire delusa. 

Questo libro, non mi ha affatto delusa, mi è piaciuto in tutto e per tutto.Ne parlavo qualche giorno fa nelle storie, la scrittura di Elisa crea dipendenza, per questo motivo avevo banalmente paragonato il suo romanzo a quando si dice “L’ultimo episodio di questa serie tv e poi vado a dormire” ecco, una bugia, enorme! Ho passato una notte insonne perché volevo sapere cosa succedeva alle vite di Emma e Theodor, ho amato ogni singolo dialogo così verosimile, diretto e ironico. Ogni gesto calcolato alla perfezione tanto da farlo sembrare quando si legge, puramente casuale.

Utilizzando per la maggior parte della narrazione il punto di vista di Emma, per questo veniamo catapultati nei suoi pensieri sin dai primi istanti e abbiamo come la sensazione che ci stia parlando e raccontando la vicenda davanti a una bella tazza di cioccolata caffé fumante! Allo stesso tempo alcune scene, penso le più significative, sono state doppiate, ovvero prima vediamo l’azione sotto il punto di vista di Emma e successivamente come se si tornasse indietro, quello di Theodor. Ammetto che queste tecniche non mi fanno impazzire ma come le ha usate l’autrice mi ha piacevolmente coccolata. Non ho avvertito quella pesantezza di rileggere lo stesso capitolo più di una volta, anche perché lei, ha fatto in modo di scoprire molto più il lato introspettivo di Theodor che le azioni in sé.

Il personaggio di Emma è molto semplice ma al contempo complesso, reduce di una storia importante solo per lei, messa da parte e ritenuta marginale per qualsiasi situazione si era lasciata per un momento annichilire dal passato. Ma subito vediamo un mutamento in lei, una piccola luce che pian piano crescerà con lo scorrere delle pagine. Il rapporto con David, il suo ex ragazzo l’aveva resa insicura e paranoica, forse la conoscenza di Theodor e di una serie di fortunati incontri farà sì, che quell’alone scompaia.

Theodor invece è un personaggio che ho amato ed odiato, forse perché a volte cercava di darsi un tono fallendo miseramente. E’ il solito belloccio con un milione di ragazze attorno, chissà se la nostra Emma riuscirà a ricacciare dentro questo suo lato da Latin lover.

Le ambientazioni sono molto scarne di descrizioni, diciamo che Milano, Parigi, Londra, sono appena accennate, lasciano molto spazio all’immaginazione del lettore. Le descrizioni ci sono, dico solo che sono necessarie, fanno da contorno, senza andare ad esagerare e superare la reale storia.

Insomma, questo libro merita tanto, ti fa ridere, piangere, urli e imprechi davanti alle pagine o al kindle. Un romanzo da vivere. Proprio come piace a me. 

Come dicevo a una persona qualche giorno fa: ” Se crei una reazione nel lettore, sia positiva che negativa, gioisci, è una buona cosa”.


Alla prossima recensione.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...