Buongiorno cari lettori oggi vorrei parlarvi di in piccolo e grande libro che ho avuto modo di leggere gratuitamente grazie a una delle promozioni Amazon kindle. Il libro in questione è “La valle dei sogni” di Rita Celsi.
Vi lascio la trama e poi parlerò di quello che penso di questo romanzo! 






  • Formato: Formato Kindle/ Cartaceo
  • Prezzo: gratuito per kindleunlimited/
  •  e-book 2,99/
  • copertina flessibile 9,99
  • Lunghezza stampa: 153
  • Voto: 🌟🌟🌟🌟🌟



Trama:

“Credi nelle favole?”
James, con una penna in mano e sogni nel cuore, si è sempre rifugiato nella fantasia per fuggire dalla realtà. Tra lettere e poesie, loda le meraviglie della natura e si rinchiude in se stesso. Una profonda amicizia, tuttavia, lo coglierà di sorpresa e sarà la sua ancora in un mondo di delusioni ed incertezze.
Rinuncerà ai suoi sogni per tornare alla realtà che tanto disprezza?



Recensione:

Parto dal presupposto che non amo molto leggere i libri in e-book per il semplice fatto che non dispongo di un apposito apparecchio che facilita la lettura e per questo devo accontentarmi del cellulare, oltre questa motivazione meramente tecnica amo il profumo dei libri e questo romanzo se fosse stato nelle mie mani in inchiostro e carta sarebbe stato un paradiso dei sensi.
Nonostante le mie prerogative sui libri digitali non ho rimpianto molto il cartaceo nonostante evidenziassi ogni tre per due frasi.

La frase che mi ha accarezzato il cuore: “Capii di star piangendo poiché desideravo una spalla su cui piangere, qualcuno che semplicemente ascoltasse e comprendesse”

Cosa penso di questo romanzo?
Mi sono interrogata giorni interi su cosa scrivere in questa recensione poiché il libro mi ha lasciato così tante cose che non riuscirei a dire tutto. Infatti mentre scrivo ho il terrore di risultare banale rispetto all’opera letta e non vorrei in alcun modo semplificare il grande quadro che si nasconde dietro al romanzo.

Parto dall’inizio, il protagonista è James, un adolescente molto introverso vive nelle sue fantasie e fatica a rapportarsi con i ragazzi della sua età.
Un tema a me molto caro, anche io vivo nel mio mondo e spesso con i miei coetanei ho poco se non niente in comune, abbiamo delle esigenze e passioni diverse, io innamorata della lettura in tutte le sue forme, loro a tutto ciò che riguarda il social e il pettegolezzo.

La scrittrice ha un talento pazzesco, non ho mai letto niente del genere e mai nessun libro mi ha fatto emozionare a tal punto da non saperlo spiegare a parole.

Lo stile usato dall’autrice è semplice nell’interezza, il romanzo scorre liscio e le descrizioni sono da mozzarti il fiato, riesce a farti scorrere la narrazione come se fossero fotogrammi davanti gli occhi, nemmeno fosse un film.

Le descrizioni fantastiche sono originali, coerenti con il racconto e nascondono una vena geniale! 
E i piccoli dettagli agli occhi dei meno attenti futili o di circostanza sono il pilastro della storia, come la casetta.

James nonostante la sua “stranezza” riesce a fare amicizia con Harry e per la lontananza decidono di scambiarsi lettere periodicamente in modo da conoscere ed essere al corrente della vita dell’uno e dell’altro, dando consigli e ritrovando un luogo sicuro dove esprimere la loro vera essenza. 
Harry è molto più espansivo rispetto a James e spesso quest’ultimo cerca di non parlare delle cose negative accadute in quei giorni, la mancanza di amici, il fatto che esca solo perché non conforme al pacchetto standard di un adolescente, continua ad essere chiuso nel suo guscio.
Ma la conoscenza di Harry e di altri personaggi lo aiutano ad aprirsi a vivere per quello che è, senza vergognarsi. 

Lo scheletro del romanzo è ben strutturato, prima c’è il James e il suo sentirsi inetto, la conoscenza di un amico che pian piano lo aiuta a superare le sue paure e accettare la sua vena fantasiosa, permette al lettore di vivere insieme al protagonista il viaggio introspettivo ed evolutivo ed infine il James grande, maturo, con piena consapevolezza di se stesso.

Il finale mi ha lasciato senza parole, come tutto il libro d’altronde, mi ha fatto piangere come una fontana e l’epilogo è stata quella carezza di cui il lettore aveva bisogno appena terminata la lettura.

E’ un libro da tenere sul comodino e rileggere ogni sera per ricordarsi di essere se stessi e di amare le piccole cose, di non arrendersi perché se le cose non vanno come vorremmo un giorno il nostro essere diversi ci ripagherà della solitudine.

Consigliatissimo!!!

Un pensiero riguardo “La valle dei sogni di Rita Celsi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...